Skip to main content

Ice Impérial, il primo champagne nato appositamente per essere servito con il ghiaccio (il primo e unico champagne pensato appositamente per essere servito “on the rocks”). Una nuova esperienza di champagne che racchiude divertimento, freschezza e libertà, seppur nel rispetto dello stile Moët & Chandon: uno stile che si distingue per il gusto brillantemente fruttato, il palato seducente e l’elegante maturità.

 

ASSEMBLAGGIO

I profili dei vini usati nell’assemblaggio sono stati meticolosamente selezionati per lo specifico contributo fornito da ciascuno di essi:

PER LA MAGGIOR PARTE PINOT NERO
40-50%, vinoso e spigoloso, per il suo gusto intensamente fruttato e la sua struttura, che integra il dosaggio.
PINOT MEUNIER
30-40%, pieno e carnoso, per una sensazione ricca e fondente a metà palato.
CHARDONNAY
10-20% per il retrogusto rinfrescante.

Il 20%-30% di vini di riserva appositamente selezionati per esaltare l’assemblaggio completa l’intensità, la ricchezza e la coerenza di questo champagne.

Dosaggio: 45 g/litro

Contiene solfiti

NOTE DI DEGUSTAZIONE

COLORE RICCO

  • intensamente dorato
  • con venature ambrate

BOUQUET INTENSO E FRUTTATO

  • l’aroma vigoroso dei frutti tropicali (mango, guava)
  • la sontuosità dei frutti con nocciolo (nettarina)
  • una nota originale di lampone        

PALATO GENEROSO CHE CONIUGA ROTONDITÀ E FRESCHEZZA

L’aroma ampio, polposo e voluttuoso di una macedonia di frutta fresca

L’accattivante dolcezza del caramello e della marmellata di mele cotogne

La rinfrescante acidità del pompelmo, unita a note di zenzero

Guaiava
Mango
Nettarina

Perfect serve

1

Passo 1

Raffredda la bottiglia a 7°C. Mettila in un secchiello da champagne, riempilo con cubetti di ghiaccio e aggiungi acqua.

2

Passo 2

Versa 12cl di Ice Impérial in un ampio calice da vino.

3

Passo 3

Aggiungi tre cubetti di ghiaccio "grandi". Bevi responsabilmente!

« Proprio come il suo champagne, quando Monsieur Moët entrava in una stanza, la noia svaniva.. »
Attribuita a un contemporaneo di Jean-Remy Moët